Un uomo può aumentare le dimensioni del pene senza effetti collaterali e come? 🛡️ Recensioni


La dimensione media del pene è lunga da 7 a 10 cm e una circonferenza da 9 a 10 cm quando è flaccida

È possibile dal punto di vista medico per un uomo aumentare le dimensioni del suo pene senza effetti collaterali? Se è possibile, come?

La dimensione media del pene è compresa tra 7 e 10 cm di lunghezza e da 9 a 10 cm di circonferenza quando è flaccida e da 12 a 16 cm di lunghezza e 12 cm di circonferenza quando è eretto. Molte persone che sentono di avere un pene piccolo di solito hanno una dimensione che rientra nell'intervallo normale. L'aumento delle dimensioni è raccomandato solo per quelli con un pene flaccido di lunghezza inferiore a 4 cm o un pene eretto di lunghezza inferiore a 7,5 cm. Questa decisione dovrebbe essere presa dopo aver consultato uno psicologo e un urologo. L'unico modo medico per aumentare le dimensioni del pene è attraverso la chirurgia, l'uso di dispositivi protesici o sotto vuoto, che dovrebbe essere fatto da un urologo. Dovresti stare attento con le pillole e altri metodi di trattamento che sono di solito pubblicizzati in quanto non hanno un adeguato supporto scientifico.

Dr Flo,
Ho avuto dolore alle articolazioni dell'anca periodicamente negli ultimi nove anni. Nonostante abbia visitato grandi ospedali, il problema è stato persistente. Sono risultato negativo per l'artrite. I test radiografici hanno anche confermato che non avevo fratture o lesioni che potessero giustificare tale dolore. Il dolore di solito inizia dopo essere stato in piedi per lunghi periodi di tempo. Ciò ha influito sulla mia produttività in quanto lavoratore autonomo e lavoro manuale. Quale potrebbe essere il problema?

Caro Nathan,
L'articolazione dell'anca è una articolazione sferica con un cuscino di cartilagine per ridurre l'attrito e i legamenti, i tendini e altri tessuti molli circostanti. Se l'articolazione stessa ha un problema, il dolore tende ad essere sull'aspetto interno dell'articolazione o nell'inguine. Se i tessuti molli che circondano l'articolazione hanno un problema, il dolore tende ad essere sul lato esterno dell'articolazione.
Il dolore può verificarsi a causa di infiammazione dell'articolazione (artrite). Ciò può accadere a causa dell'usura, a causa di una malattia infiammatoria diffusa come l'artrite reumatoide (che è stata testata nel sangue) o della gotta o a causa di infezione o a causa di una precedente lesione. Il dolore può anche essere dovuto a tensione muscolare, problemi ai nervi, lacerazione della cartilagine o infiammazione dei tendini e di altri tessuti molli che circondano l'articolazione. Potresti anche avere dolore all'anca riferito da un problema alla schiena.
Un test radiografico è ottimo quando si cercano fratture e danni all'osso, ma non è molto utile quando si hanno problemi ai tessuti molli.
Sarebbe consigliabile consultare uno specialista ortopedico per un esame approfondito e una risonanza magnetica della schiena o dei fianchi o entrambi. Per gestire il dolore, riposare il più possibile e mantenere gli arti inferiori elevati durante il riposo. Puoi usare impacchi freddi o caldi per comprimere l'area con più dolore. Esistono molti farmaci per alleviare l'infiammazione e ridurre il dolore. Iniezioni di corticosteroidi possono essere utilizzate se necessario. Sarebbe utile anche la terapia fisica che comprende sia esercizi di stretching che di rafforzamento. Dispositivi come stampelle, un bastone e supporto per la schiena possono anche essere utili. A seconda della causa del dolore, anche la chirurgia può essere utile.

Dr Flo,
Le statistiche dell'OMS citano il cancro come una delle principali malattie killer. I tumori della prostata, della cervice e della mammella sono i più comuni. Attraverso la diagnosi precoce, gli oncologi affermano che possiamo prevenire il cancro mortale. Quale regime dietetico si dovrebbe seguire per la prevenzione? Quali agenti cancerogeni si dovrebbero evitare? Ad esempio, la carne rossa è citata come colpevole. A cosa serve la chemioterapia? Per favore, fai luce su questo.

Le malattie non trasmissibili sono la principale causa di ricoveri ospedalieri e decessi in Kenya e nel mondo. Molti di loro, e in particolare i tumori, non hanno una causa specifica. Di solito c'è un'interazione di diversi fattori tra cui genetica, fisiologia del corpo, contributi ambientali e di stile di vita.
Per la prevenzione, non hai il controllo su alcuni fattori di rischio per malattie non trasmissibili come la genetica e l'ambiente in larga misura. I cinque principali fattori di rischio modificabili (di cui abbiamo il controllo) sono il consumo eccessivo di alcol, il fumo, le cattive abitudini alimentari, la mancanza di esercizio fisico e l'obesità. Le diete sane sono pasti ben bilanciati con molti cereali integrali, cereali, frutta fresca e verdura. Evita cibi altamente trasformati, bevande zuccherate, cibi ad alto contenuto di zuccheri, sale e grassi e carni lavorate. La carne rossa va bene se presa due volte a settimana a 1 g per kg di peso corporeo, magra (con il grasso rimosso). Se viene arrostito su un fuoco aperto, il rischio è maggiore.
La maggior parte dei tumori può essere curata se rilevata in anticipo, motivo per cui sono importanti controlli regolari. Esistono molti tipi di cancro e possono attaccare qualsiasi organo del corpo. Purtroppo alcuni tumori non possono essere sottoposti a screening. Ogni tumore che può essere sottoposto a screening ha test specifici per questo, ad esempio Pap test e test HPV per il cancro cervicale; test delle feci e colonscopia per carcinoma del colon-retto; esame mammografico e mammografia per carcinoma mammario; endoscopia per carcinoma esofageo; TAC a basso dosaggio per carcinoma polmonare; esame fisico, PSA (antigene prostatico specifico) ed ecografia per carcinoma prostatico. L'unico esame che può rilevare un certo numero di tumori è una PET-scan (tomografia ad emissione di positroni), sebbene presenti alcuni rischi, può darti risultati falsi positivi e non rileva tutti i tumori. Le linee guida per lo screening del cancro nazionale del Kenya, rilasciate a novembre 2018, sono disponibili online.
Quando viene diagnosticato il cancro, ci sono diversi modi per trattarlo, a seconda del tipo di cancro e dello stadio. Questi includono la chemioterapia (usando droghe), la radioterapia (usando le radiazioni), la terapia ormonale e la chirurgia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *